vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Lo studio del genoma al CIRC

Il Centro interdipartimentale di ricerche sul cancro “Giorgio Prodi” - CIRC dell'Università degli Studi di Bologna ha investito fortemente negli ultimi anni nel campo dell’analisi genomica dei tumori, acquisendo due strumentazioni di elevato contenuto tecnologico per lo studio del genoma del cancro. Il CIRC è l’unica struttura a Bologna a disporre di queste tecnologie avanzate e del personale e delle competenze per interpretarne i risultati.

Grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, ha acquisito la strumentazione Affymetrix, che consente di analizzare l’espressione genica, di caratterizzare i polimorfismi del DNA ed effettuare analisi citogenetiche ad altissima risoluzione.

Nel 2012, grazie a finanziamenti propri del Centro Interdipartimentale stesso, donazioni liberali della Fondazione Isabella Seràgnoli, e finanziamenti personali dei Professori Guido Biasco, Andrea Pession e Stefano Pileri, ha acquisito la strumentazione Illumina HiScanSQ per il sequenziamento massivo parallelo Next Generation Sequencing (NGS).

Nel 2017 è stata acquisita la piattaforma NGS Illumina NextSeq500 , una tecnologia innovativa e altamente versatile che permette il sequenziamento di DNA e RNA ad elevate prestazioni.

A fianco della strumentazione laboratoriale, il CIRC “G.Prodi” si e' dotato di un server per l'analisi dei dati prodotti mediante NGS. Il parco hardware consiste di una memoria di storage di 60TB, 128 GB di RAM e 48 core.